palazzomansi-2yhsyeizg0pbf3ydf18j5sIl Museo Nazionale di Palazzo Mansi ha sede in una delle dimore signorili più lussuose della città, costruita tra la fine del ´500 e gli inizi del ´600. La famiglia Mansi acquistò l´edificio nel 1616 e, tra il 1687 e il 1692, lo trasformò in vero palazzo di rappresentanza: austero all´esterno e articolato all´interno in modo fastoso, in linea con il gusto barocco contemporaneo.
Acquistato dallo Stato nel 1965, a quella data il palazzo non possedeva più gran parte degli arredi originali, dispersi sui mercati antiquari alla metà del secolo scorso, ma conservava lo splendido piano nobile, affrescato e decorato da preziosi arazzi. Restaurato tra il 1965 e il 1976 e adattato a struttura museale, nel 1977 fu aperturo al pubblico, allestendo anche la Pinacoteca Nazionale con opere provenienti dalle collezioni medicee e granducali.
Nel corso degli anni ´80 sono stati completati i lavori alle strutture ed ai servizi museali ed è stato portato a compimento il restauro dell´appartamento monumentale. Gli arredi dispersi sono stati reintegrati con pezzi provenienti da abitazioni signorili della città, e la pinacoteca è stata arricchita grazie ad acquisizioni da collezioni private. Gli ambienti del piano terra sono oggi destinati alle esposizioni temporanee, mentre al secondo piano è allestita l´esposizione della pittura lucchese dell´ottocento e del settore dei tessili.